Psicogenealogia

Per molto tempo sono vissuto ignorando totalmente la storia della mia famiglia. Tutto era perfetto o quasi nel migliore dei mondi. Ai bambini non si racconta cosa è successo prima del loro arrivo. Prima sono troppo piccoli per capire, poi sono troppo grandi per ascoltare, poi non hanno più tempo e dopo è troppo tardi. Così è la vita di famiglia. Si vive fianco a fianco come se ci si conoscesse, ma si ignora tutto l’uno dell’altro. Si spera in qualche miracolo della consanguineità: armonie impossibili, confidenze assolute, fusioni viscerali. …  Quello che so viene da Frank. É stato lui a rivelarmi la verità…

Il club degli incorreggibili ottimisti – Jean-Michel Guenassia

Psicogenealogia

Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo. Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli, Giuda generò Fares e Zara da Tamar… Eleazar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù detto Cristo. La somma di tutte le generazioni , da Abramo a Davide, è così di quattordici; da Davide fino alla deportazione in Babilonia è ancora di quattoridici; dalla deportazione in Babilonia a Cristo è, infine, di quattordici.

Il Vangelo di Matteo 1,17

Il lavoro di psicogenealogia fa rifrimento al pensiero della psicologa francese Anna Ancelin Schützenberger che ha evidenziato come la storia della familgia d’origine possa influenzare la vita attuale, anche nel ripetersi di problematiche che si trasmettono irrisolte da una generazione all’altra.

Conoscere a fondo la storia della propria famiglia è utile per conoscere meglio se stessi ed essere consapevoli dell’origine di alcune difficoltà che si vivono nel presente, per saper gestire le lealtà familiari senza esserne dominati, per essere più liberi e responsabili nelle proprie scelte di vita.

In una casa i bambini e i cani sanno tutto, sopratutto ciò che non viene detto.

Francoise Dolto, psicanalista francese

 

Rispetto alla storia della nostra famiglia sappiamo molto più di quanto, generalmente, non pensiamo. Anche noi siamo stati bambini in casa nostra, e anche noi, come ogni essere umano, possediamo tutte le informazioni che non sono state trasmesse tramite la parola.

INFORMAZIONI SULLE SEDUTE

Durante le sedute si realizza, disegnandolo su di un foglio, il proprio albero genealogico. il disegno è commentato graficamente sottolineando i legami familiari e gli avvenimenti importanti della storia familiare.

Generalmente si risale fino alla terza generazione. Tutti i dati in possesso, come il nome degli antenati, i luoghi degli avvenimenti e le date importanti come quelle di nascita e di morte, sono utili alla compilazione. Le informazioni che non si possiedono, se rilevanti, possono emergere nello svolgersi del lavoro o essere reperite successivamente.

Un lavoro di psicogenealogia si svolge in almeno tre sedute, la prima per la famiglia di origine stretta e le successive per il ramo paterno e per quello materno.

Per un appuntamento puoi contattarmi telefonicamente, via e-mail o riempire il modulo sottostante.